Home


Novità & Aggiornamenti












XVIII DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Dal Vangelo secondo Giovanni 6,24-35

In quel tempo, quando la folla vide che Gesù non era più là e nemmeno i suoi discepoli, salì sulle barche e si diresse alla volta di Cafàrnao alla ricerca di Gesù. Lo trovarono di là dal mare e gli dissero: «Rabbì, quando sei venuto qua?». Gesù rispose loro: «In verità, in verità io vi dico: voi mi cercate non perché avete visto dei segni, ma perché avete mangiato di quei pani e vi siete saziati. Datevi da fare non per il cibo che non dura, ma per il cibo che rimane per la vita eterna e che il Figlio dell’uomo vi darà. Perché su di lui il Padre, Dio, ha messo il suo sigillo».

Gli dissero allora: «Che cosa dobbiamo compiere per fare le opere di Dio?». Gesù rispose loro: «Questa è l’opera di Dio: che crediate in colui che egli ha mandato». Allora gli dissero: «Quale segno tu compi perché vediamo e ti crediamo? Quale opera fai? I nostri padri hanno mangiato la manna nel deserto, come sta scritto: “Diede loro da mangiare un pane dal cielo”». Rispose loro Gesù: «In verità, in verità io vi dico: non è Mosè che vi ha dato il pane dal cielo, ma è il Padre mio che vi dà il pane dal cielo, quello vero. Infatti il pane di Dio è colui che discende dal cielo e dà la vita al mondo». Allora gli dissero: «Signore, dacci sempre questo pane». Gesù rispose loro: «Io sono il pane della vita; chi viene a me non avrà fame e chi crede in me non avrà sete, mai!».

 

 

adorare


Troppo spesso ci hanno dato un pane adulterato,

una sapienza che pretendevano definitiva,

ma che ha mostrato il suo sapore di morte.

Troppo spesso hanno preteso saziarci con vane parole,

con dubbi gelidi e briciole d'olio ben congegnato.

Siamo la generazione che attende

un mutamento drastico delle cose,

e sogna di farlo;

abbiamo solo bisogno di un'indicazione

che ci animi a proseguire.

La tua Parola, Signore, è il nostro pane senza inganni.

Ti respiriamo negli uomini che chiedono giustizia,

ti assaporiamo negli avvenimenti del nostro mondo

pieno di una troppo rimandata fame d'amore

ti sentiamo nello stupore che ci coglie

tutte le volte che ci lasciamo riempire

della presenza dei fratelli.

Tu sei il pane vivo disceso da un'altra dimensione

a dare un giudizio definitivo:

chi ne mangia e lo assimila

vivrà una vita nuova,

non temerà il terrore della morte.

Madre della gratuità di Dio

che si rinnova nei secoli dei secoli. Amen.

 

VIVA I CAMPI ESTIVI!

VOLANTINO CAMPI2021_Tavola disegno 1
DSC_5298
DSC_5820
DSC_5963
DSC_5990
DSC_6146
DSC_6153
DSC_6202
DSC_6201
DSC_6178
DSCN0282
DSC_6234
DSC_6233
DSC_5382
DSC_5503
DSC_5537
DSC_5616
DSC_5603
DSC_5679
DSC_5678
DSCN0174
DSCN0195
DSCN0211
DSCN0202
DSCN0177
DSC_5672
DSC_5732
DSC_5740
DSC_5796

https://parrocchiacirie.it/pastorale_giovanile/better-s-good.html

               Donazioni

Parrocchia: IT27K0306909606100000060715

Caritas:      IT32O0306909606100000060719

C.F. CASA NAZARETH; 07213260016;

C.F. ASD Oratorio San Filippo Neri: 92052810014

LINK - NAZIONALI